Immagine

 

Oggi , mentre ero a lavoro , mi è arrivata una chiamata di una voce strillante che mi diceva : ” Stè non ci crederesti mai, ma ho trovato dei voli per il giro completo della Spagna a meno di 150 euro”. Era il mio amico D.

Da lì è partito tutto un viaggio mentale di quand’ero piccola e andavo in vacanza con la mia famiglia. Ricordo che era il momento più atteso dell’anno, più del Natale, io e i miei fratelli amavamo il mare. Eravamo così euforici per la partenza che un mese prima , ci sedevamo sul letto e ci iniziavamo a raccontare cosa avremmo fatto quando saremmo arrivati. 

M. : ” Io farò un castello di sabbia enorme, però lo faccio davanti all’ombrellone di mamma se no po’ s’arrabbia se non mi vede più” 

L. ; ” Io mi farò spingere da papà contro le onde, sul canotto, e farò una tripla/quadrupla capriola mortale.”

Se ci ripenso mi vengono i brividi a quanto con il nostro piccolo corpo, riuscivamo a fare così tanti passi con la sola fantasia. 

Era il momento più atteso dell’anno perché , quando ritornavamo li, ci sentivamo quasi a casa di una nonna che, non vedevamo da tanto tempo, e che quindi ci viziava il doppio di quanto già normalmente i nonni fanno. La verità è che il campeggio non era un sogno solo per noi piccoli,  ricordo che anche i miei genitori avevano un’aria felice, un cuore leggero in quei giorni. 

Penso che esperienze del genere debbano viverle tutte le famiglie, penso e spero di poter portare i miei figli, se mai ne avrò. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: